AUTONOMIA, Il referendum di Belluno si può fare


    Il Ministero dell’Interno chiarisce che la decisione spetta solo alla Regione

    Il referendum sull’autonomia di Belluno si può fare. Quanto sostenuto dal Partito Democratico della provincia di Belluno è stato confermato per iscritto dal Ministero dell’Interno in una lettera del prefetto Morcone recapitata mercoledì 6 settembre alla Regione del Veneto.

    «Il presidente Zaia martedì 5 settembre aveva espresso pubblicamente una serie di dubbi, citando una imprecisata volontà del governo di impedire il referendum di Belluno», ricorda il deputato del Pd Roger De Menech. «In meno di 24 ore abbiamo fugato ogni perplessità. Zaia stia tranquillo e ora chiedo che firmi il protocollo con la Provincia di Belluno per tenere il referendum e, magari, dica anche che è d’accordo».

    Al Ministero, riporta il deputato bellunese, non si erano neppure posti la questione del referendum Bellunese: «Questa settimana ho affrontato la questione sia con il sottosegretario Bressa sia con il sottosegretario Bocci e, tramite loro, con il prefetto Morcone. Per il ministero tutti gli aspetti organizzativi sul referendum bellunese riguardano la Regione ed è quindi la Regione che deve trovare un’intesa con la Provincia di Belluno per consentire lo svolgimento della consultazione».