Bisato: «In Veneto serve classe politica seria»


    «La tutela della salute attraverso il raggiungimento dell’immunità di gregge – 95 per cento della popolazione vaccinata – e l’incremento di forme e condizioni di autonomia per cittadini, istituzioni e imprese del Veneto sono troppo importanti per poter essere ridotte alla propaganda ad personam». Il segretario regionale del Pd, Alessandro Bisato, mercoledì sera ha incontrato brevemente Matteo Renzi a margine dell’appuntamento alla Festa Democratica di Padova.

    Centinaia di persone, iscritti e militanti della comunità democratica hanno interagito con il segretario nazionale che ha presentato il proprio libro “Avanti – Perché l’Italia non si ferma”. Tra i temi discussi le prossime elezioni politiche del 2018 – «Noi dobbiamo essere orgogliosi di essere un partito che si chiama Democratico, – ha affermato Renzi – che discute al proprio interno, ma fra pochi mesi la legislatura finirà e in campagna elettorale le ragioni dell’unità devono essere più forti di quelle delle divisioni» oltre alla “leggerezza” di chi oggi guida la Regione Veneto con l’esclusiva attenzione alla propria immagine e al proprio consenso anziché all’impegno per affrontare e risolvere i problemi.

    «Come ha sottolineato Renzi», prosegue Bisato, «il Veneto e i veneti hanno necessità di una classe politica seria, capace di interconettere i sistemi al suo interno e di moltiplicare le relazioni positive con le altre regioni, con lo Stato e con l’Europa. Per questo, il Partito Democratico è al lavoro per elaborare un progetto di rilancio economico, sociale e istituzionale per il Veneto».