Congresso, presentate 51 liste in Veneto

    Salmaso: «225 candidati. Crescente interesse per PD che si rinnova»

    Le liste venete per l’elezione dei componenti l’assemblea nazionale del Partito democratico sono state presentate ieri. Lo riferisce Raffaela Salmaso che presiede la Commissione congresso regionale. «La presentazione delle liste è andata bene», afferma Salmaso, «il lavoro si è svolto in un clima sereno e di collaborazione tra i membri della commissione e i rappresentanti delegati dei tre candidati alla segreteria nazionale».

    Complessivamente sono state presentate 51 liste con un totale di 225 candidati, da cui dovranno essere eletti i 75 rappresentanti veneti nell’assemblea nazionale. I collegi sono 17. Per quanto riguarda i capilista, 24 sono donne e 27 uomini, la presenza di genere complessiva è bilanciata al 50 per cento.

    «L’età media dei candidati è di 50 anni», nota Salmaso, ma ci sono giovanissimi 18enni che si sono messi in gioco e persone nuove che guidano diverse le liste, indice di un interesse crescente per un Partito Democratico pronto a rinnovarsi».

    Il prossimo appuntamento sono le primarie di domenica 3 marzo, dove gli elettori del Pd sceglieranno il prossimo segretario nazionale ed eleggeranno i rappresentanti nell’assemblea.

    «Le primarie rimangono un esercizio di democrazia interna che non ha eguali nel panorama politico italiano», sottolinea il segretario regionale Alessandro Bisato. «Le primarie assicurano la partecipazione dei militanti alla vita del partito e alla definizione della sua linea politica».

    «I risultati ufficiali e la proclamazione degli eletti», conclude Salmaso, «sarà fatta nel pomeriggio del 4 marzo, quando la Commissione regionale congresso avrà elaborato i dati ricevuti dalle Commissioni congresso provinciali».