Cultura e formazione ostaggi delle faide in maggioranza


    “La Sesta commissione, nonostante l’importanza dei temi che dovrà trattare, è costretta ancora ad aspettare. Istruzione, formazione, lavoro, cultura e ricerca, tutte materie che hanno a che fare con il capitale umano, fondamentale per dare impulso e continuità alla ripresa, passano in secondo piano rispetto ai precari equilibri interni alla maggioranza”. Così il capogruppo del Partito Democratico Stefano Fracasso e la vice Orietta Salemi commentano il rinvio del provvedimento in Prima commissione deciso oggi in Consiglio regionale. 

    “La modifica del regolamento aveva avuto il via libera dalla commissione competente ormai un anno fa, finalmente è stata calendarizzata in aula e sembrava la volta buona per l’approvazione. Evidentemente ci stavamo sbagliando. Anziché dare risposte restiamo fermi, bastano come esempi la paralisi della proposta di legge sulla cultura o della legge quadro sul lavoro che giacciono da mesi nei cassetti della Terza commissione, non per ragioni di merito ma per la guerra personale tra il presidente Berlato e l’assessore Donazzan. Guerra che emerge anche dall’ultimo imbarazzante carteggio venuto alla luce proprio in questi giorni. Pensiamo davvero che le strategie i progetti regionali possano dipendere esclusivamente da schermaglie tra due esponenti di maggioranza che non hanno niente di politico?”.