Bisato e De Menech: Grillo indecente. Devolva incassi a chi ne ha bisogno

    Dopo le beffe del capo 5S ai Bellunesi i due esponenti del PD chiedono i soldi per i danni

    «A questo punto non so davvero chi stia facendo più danni: se Salvini che attacca gli “ambientalisti da salotto” per giustificare il suo voto contrario all’accordo di Parigi o se Grillo che prende in giro i Bellunesi per gli alberi caduti dicendo che i cambiamenti climatici non esistono». Lo afferma il segretario regionale del Partito democratico del Veneto, Alessandro Bisato. «Entrambi i personaggi sono evidentemente dei negazionisti e non si arrendono neppure di fronte alla realtà dei fatti. Se tuttavia al secondo sono imputabili solo ruoli di influenza, Salvini e la Lega ricoprono un ruolo centrale nel governo attuale. Invece di prendere in giro chi è colpito dalle disgrazie, sollecito il ministro dell’interno e la sua maggioranza a stanziare 1,5 miliardi di euro per il Veneto. A tanto ammontano i danni subiti dalla nostra regione a causa del maltempo. Dal governo della Lega invece, arriveranno, forse, solo 12 milioni di euro».

    «Grillo è semplicemente indecente. Un clown, direbbero gli inglesi, ovvero un pagliaccio. La Lega e Salvini sono i suoi degni complici». Il deputato bellunese Roger De Menech è arrabbiato e indignato per le prese in giro ai bellunesi arrivate dal capo del movimento 5 stelle durante uno spettacolo a Jesolo e dal silenzio ossequioso della Lega. «Solo nel Bellunese si stima siano caduti 14 milioni di alberi, ci sono ancora centinaia di famiglie sfollate e decine di migliaia di persone senza acqua potabile e senza energia elettrica e un pagliaccio che è anche capo politico del primo partito italiano si permette di prenderci in giro, di negare i cambiamenti climatici e addirittura di ipotizzare un complotto? Se avesse un minimo di dignità dovrebbe chiedere immediatamente scusa e devolvere alle popolazioni disastrate dal maltempo di questi giorni i milioni che guadagna con i suoi spettacoli in cui si permette di dileggiare chi è stato colpito dal maltempo».

    Chiude De Menech. «Basti dire che a fronte di danni nel Bellunese per quasi un miliardo di euro, il governo ha messo a disposizione poco più di 12 milioni che fra l’altro devono essere ripartiti in tutto il Veneto. Veramente troppi pochi per il territorio».