L’Europa siamo noi, la festa dell’Unità a Quinzano diventa nazionale


    Le politiche europee al centro dell’attenzione del Pd. Dal 24 luglio al 5 agosto dibattiti e incontri tematici

    Si tinge d’Europa e assume una dimensione nazionale. La Festa dell’Unità di Quinzano (Verona) in accordo con la segreteria nazionale del Partito Democratico, sarà caratterizzata dai temi politici interpretati in chiave europea, e sarà l’unica di questo genere in tutta Italia.

    Dal 24 luglio al 5 agosto proporrà dibattiti, incontri e dialoghi che costituiranno la discussione di base per arrivare alle elezioni europee del maggio 2019.

    «Insieme alla segreteria nazionale», riferisce il deputato veronese Diego Zardini, «abbiamo voluto caratterizzare la nostra festa annuale, uno dei principali appuntamenti del Pd in Veneto durante l’estate. Le politiche europee hanno un impatto sempre maggiore nella vita dei cittadini, delle istituzioni e delle imprese e dobbiamo avere la consapevolezza e la volontà di governare i processi politici che si determinano oltre i confini nazionali».

    Ricco il programma di eventi proposto dagli organizzatori, il circolo Pd di Quinzano e i deputati veronesi. Tra i principali appuntamenti è atteso il segretario del Pd, Maurizio Martina dopo l’incontro con il premier spagnolo e leader del Psoe, Pedro Sanchez con cui ridare forza a un fronte progressista europeo. Tra i temi in discussione non potrà mancare un focus sulla Brexit e sul futuro della libera circolazione delle persone nel nostro continente: ne parlerà il capogruppo alla Camera Graziano Delrio.

    Ci sarà poi un ciclo di “dialoghi europei” sempre su temi di attualità come l’immigrazione, con l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti; sulla difesa unica europea, alla luce dell’accordo di cooperazione comune siglato nel novembre scorso e considerato il primo mattone della Federazione europea, con l’ex ministro della Difesa, Roberta Pinotti; sull’impatto che la green economy comporta su ambiente e occupazione, con l’eurodeputato Damiano Zoffoli.

    Non mancherà, ovviamente, attenzione alle dinamiche locali.  Discuteranno del ruolo di porta d’Europa svolto dalla città di Verona e dal suo territorio i parlamentari veronesi del Pd, Vincenzo D’Arienzo, Gianni Dal Moro, Alessia Rotta e Diego Zardini.

    Da segnalare, infine, l’incontro organizzato in collaborazione con l’associazione EuDem sulla necessità di rigenerare idee e classe dirigente all’interno del Partito democratico. Al dibattito partecipano Lia Quartapelle, capogruppo Pd in Commissione Esteri della Camera e i rappresentanti di associazioni e fondazioni di stampo progressista attive in Italia e in Europa.

    La festa si terrà come di consueto nell’area verde della Seconda Circoscrizione, di fronte alle piscine di via Santini. Anche quest’anno la rinomata cucina sarà in funzione tutti i giorni e non mancheranno le occasioni di svago con molte proposte musicali.

    Qui sotto il programma dettagliato della Festa