Rilanciare il processo integrazione europea


    Attacco alle istituzioni: Ieri sera partecipata assemblea aperta del PD regionale a Padova

    Il Pd veneto sostiene le istituzioni, la democrazia e l’Europa. È stata un’assemblea molto partecipata quella di ieri sera a Padova nella sede regionale del Pd. Una riunione aperta a cui hanno partecipato segretari di circolo, militanti e cittadini, preoccupati per il montare di una crisi che da politica sta diventando istituzionale. L’incontro è stato presieduto dal presidente dell’assemblea PD, Giovanni Tonella e dal segretario regionale, Alessandro Bisato.

    «Noi stiamo con le istituzioni e con la Costituzione», ha affermato Tonella. «Stiamo con le istituzioni di una democrazia liberale. Vanno pertanto respinti gli attacchi a giorni alterni alla Presidenza della Repubblica. Serve costruire un ampio raggruppamento repubblicano per difendere le istituzioni democratiche e rilanciare contro tutti i nazionalismi il processo di integrazione europea per una Europa unita, più giusta e che rilancia un welfare europeo».

    «Siamo di fronte a una totale inversione della realtà», ha sottolineato Bisato, «in cui si chiede di protestare contro il presidente della Repubblica esponendo la bandiera della Repubblica. Non lasciamo che “sequestrino” la Festa della Repubblica del 2 giugno. Riprendiamocela, partecipando numerosi e ispirati alle celebrazioni che si terranno nei nostri paesi e città».

    L’attacco alle istituzioni repubblicane impone una chiamata alla resistenza sociale e civica di chi crede nei valori democratici, indipendentemente dalle appartenenze e dalle etichette.

    «Non cederemo al ricatto progressivo in essere: le istituzioni e gli elettori vanno rispettati sempre ed è inaccettabile che amministratori locali facciano saltare consigli comunali e simboli istituzionali per protesta contro il garante della Costituzione», ha ammonito il segretario regionale. «Le ambiguità di Di Maio e, specialmente, di Salvini sul tema Europa/euro stanno svuotando le tasche degli italiani che le pagheranno di tasca propria nei propri mutui e nei propri finanziamenti aziendali: bisogna dire la verità ai cittadini».

    Solidarietà al Presidente Sergio Mattarella per gli indegni attacchi alla sua persona fisica che si estrinsecano in minacce e insulti oltre ogni limite di decenza e legalità è stata espressa da tutti i presenti. Per questo il PD Veneto aderisce alla manifestazione nazionale di venerdì 1 giugno 2018 “Per la democrazia, per la Costituzione, per il futuro degli italiani: Viva l’Italia!” che si terrà a Roma e parteciperà attivamente alla mobilitazione “l’Italia Chiamò” in programma a Milano sempre venerdì. Mobilitazioni locali sono incoraggiate e sostenute dal PD Veneto.