Tolto il superticket. Una buona notizia, ed è merito del PD

    Grazie ai fondi stanziati dal governo Gentiloni la scorsa legislatura, la giunta regionale ha finalmente deciso di abolire il superticket di 5 euro a tutti i cittadini con un reddito inferiore ai 29mila euro dal primo gennaio 2020, mentre resta quello di 10 euro per chi supera i 29.000 euro.

    “Era ora”, commenta il consigliere regionale del Pd, Claudio Sinigaglia. “È una scelta che ci soddisfa. Il superticket fu introdotto dal governo Berlusconi, di cui la Lega era fedele alleata e le risorse per toglierlo, 60 milioni di euro, sono state messe dall’esecutivo a guida Partito Democratico nel dicembre del 2017 con l’approvazione della finanziaria 2018 ovvero la legge 205. C’è da chiedersi come mai invece non sia stato approvato nel 2018 e quindi perché la popolazione non abbia potuto godere della riduzione del superticket già nel 2019. Un colpevole ritardo del governo giallo verde”.

    “La regione Veneto del resto non poteva fare altrimenti”, conclude Sinigaglia, “come in tutte le Regioni contemporaneamente viene ridotto il superticket grazie allo stanziamento del governo Gentiloni approvato nel dicembre del 2017. Spero che la riduzione venga rifinanziata anche negli anni successivi, anche se il rumore di fondo è invece quello di tagli alla Sanità”.